Pagine

lunedì 20 maggio 2013

Cenetta Indiana

Ciao a tutti!!!
è da un po' che non posto nuove ricettine e mi scuso ma non sono rimasta con le mani in mano ^__^ quindi vi propongo il menù per una cenetta indiana che ho preparato per me e mamma.. da leccarsi i baffi!!!

Il piatto di compone di riso profumato al cumino con pisellini freschi e un dahl rivisitato di lenticchie rosse, zucchine e ceci.

Ingredienti per il riso:
2 bicchieri di riso integrale o basmati
1 bicchiere piselli freschi sgusciati
1 scalogno piccolo
2 cucchiai semi di cumino
2 cucchiai pinoli
sale e olio di semi di girasole qb

Procedimento:
Tritare finemente la cipolla, fare un soffritto in olio di semi aggiungendo anche il cumino in modo che sprigioni il suo profumo. Aggiungere i piselli e lasciar cuocere per circa 5 minuti. A questo punto aggiungere il riso, mescolare e coprire con 5 bicchieri d'acqua. Coprire col coperchio, abbassare il fuoco al minimo e lasciar cuocere senza toccare. Una volta che l'acqua è stata assorbita del tutto il riso è pronto, assaggiare per sicurezza e nel caso sia ancora un po' crudo (dipende dalla qualità del riso) aggiungere un altro bicchiere e lasciar cuocere ancora.
Mentre il riso cuoce preparare il dahl rivisitato.

Ingredienti per il dahl rivisitato:
3 bicchieri di lenticchie rosse decorticate già ammollate per circa 2 ore
1 confezione di ceci già pronti (oppure 3 bicchieri di ceci secchi già ammollati)
1 o 2 zucchine
1 scalogno
latte di soia o di cocco
curry, curcuma, cardamomo
peperoncino se piace
olio di semi di girasole

Procedimento:
Tritare lo scalogno e farlo soffriggere in poco olio di semi, quando è dorato aggiungere le lenticchie, i ceci e le zucchine tagliate a dadini, lasciar insaporire per qualche minuto. Aggiungere 2 bicchieri di latte di soia o di cocco e le spezie (il cardamomo può essere usato intero con la buccia, per un sapore più delicato, oppure sgusciando e frantumando i semini).
Coprire col coperchio e lasciar cuocere a fuoco bassissimo finchè le lenticchie non saranno diventate una purea, all'occorrenza aggiungere altro latte oppure acqua.

Quando è tutto pronto si può impiattare, guarnendo il riso con pinoli tostati in padella, e gustare!


venerdì 8 marzo 2013

Canederli alle biete

Ciao a tutti,
Visto il tempaccio di questi giorni mi è venuta voglia di un piatto tipicamente invernale e montanaro: i canederli!
Tra l'altro avevo in frigorifero un po' di biete cotte al vapore da terminare e quindi ho deciso di utilizzarle al posto delle classiche erbette.

Ingredienti:
foglie di biete precedentemente cotte
qualche fetta di pane raffermo
Maizena
Farina
Lievito alimentare in scaglie
Noce moscata
Latte di soia
Burro di soia
Dado vegetale

Procedimento:
Mettere in una ciotola il pane e versare un po' di latte per ammorbidirlo, nel frattempo tagliare finissime le biete e metterle a scaldare in un pentolino con una noce di burro di soia.
Mettere in una pentola l'acqua e il dado a scaldare per il brodino.
Quando il pane è bello morbido strizzarlo dal latte in eccesso e metterlo in una terrina con un cucchiaino di maizena, la noce moscata, una presa di sale, due cucchiai di lievito alimentare e le biete appena cotte. Mescolare per bene e aggiungere a mano a mano farina fino ad ottenere un composto che si posso facilmente modellare con le mani.
Quando il brodo ha raggiunto il bollore formare delle grosse pallette, con le mani o due cucchiai, metterle delicatamente nella pentola e lasciar cuocere per 10 minuti.
Servire due o tre canederli a testa con abbondante brodo caldo, gustare con una spolverata di noce moscata, semi di lino e un giro d'olio a piacere.

Se avanza dell'impasto è possibile conservarlo in frigorifero per un giorno o due massimo e cuocerlo successivamente.




domenica 24 febbraio 2013

Torte salate del buon weekend

Buongiorno a tutti!
In questa nevosa domenica non c'è niente di meglio che stare in casa al calduccio a preparare qualche delizioso manicaretto e perché non  una bella torta salata?
Possiamo testare vari ripieni e tenerne qualche fetta da parte da portare in ufficio lunedì ^__^

Ingredienti per la sfoglia:
150 gr farina 00 bio
100 gr farina integrale
2 cucchiai olio evo
20 gr margarina vegetale
1cucchiaino sale (a gusti metterne di più o di meno)
Acqua tiepida qb (io ho messo circa 1/2 bicchiere)

Per il ripieno:
Verza
Cavolo cinese
1 zucchina
1 patata
1 piccolo scalogno
Olio evo
sale e pepe
Latte di soia
Panna di soia
1 cucchiaino farina

Procedimento:
Iniziare a preparare la sfoglia che andrà fatta riposare in frigorifero prima di stenderla. In una grossa ciotola mettere le due farine, l'olio, la margarina, il sale e cominciare a impastare aggiungendo a poco a poco l'acqua fino ad ottenere un composto elastico e omogeneo.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla in frigorifero per 30 minuti.
Nel frattempo preparare il ripieno.

Sbucciare le patate e tagliarle a pezzi piccoli, pulire 5 o 6 foglie di verza e altrettante di cavolo cinese, togliere la costa dura e tenerla per farci il brodo vegetale, ridurre il tutto a striscioline, tagliare la zucchina e lo scalogno a rondelle.
In una padella far scaldare 2 cucchiai di olio e far saltare le verdure per qualche minuto, aggiungere un goccio d'acqua, coprire col coperchio e lasciar stufare per 15 min. Regolare di sale e pepe.

Passati i 30 min togliere la sfoglia dal frigo, lavorarla un pochino sulla spianatoia infarinata e stendere un disco sottile. Usare la margarina e un po' di farina per foderare la teglia e stendere la pasta al suo interno. Per comodità si puó usare anche la carta da forno. Ora bucherellare il fondo della pasta e versare il ripieno, chiudere un pochino i bordi.
Prima di infornare mescolare 50 ml di panna di soia con 100 ml di latte di soia e il cucchiaino di farina, irrorare il ripieno e spolverare con lievito alimentare a scaglie.
Infornare per 25 min a 180°.
Pronta!!!!! Lasciare raffreddare un attimo e gustare una bella fetta.


Questa "fettina" invece é stata preparata nello stesso modo ma con un ripieno di funghi e patate..é andata a ruba!!


Pollo felice con zenzero e porri

こんにちはみんなさん!!
Ciao a tutti!!!
ho in serbo ancora tante ricette ma con l'esame intermedio di日本語 ,

ovvero lingua giapponese, alle porte ho poco tempo per preparare i post..
a dire il vero ho poco tempo anche per studiare e sono indietrissimo sob...


ma piano piano si aggiungeranno non temete!

Questa mattina per il mio bento quotidiano ho voluto provare a rifare un piatto che ha ordinato al ristorante cinese la mia amica Chiara di Random Kitchen "Pollo con zenzero e porri", ovviamente veganizzata a dovere!
Se non sapete cosa sia il bento, in giapponese お弁と, è la versione orientale della nostra schiscetta però, invece di limitarsi a "schisciare" dentro il contenuto, rendono tutto molto più carino ed esteticamente più bello a vedersi. Anche i contenitori stessi sono disponibili in tantissime forme, misure, colori, con i personaggi degli anime o dei manga preferiti.
Come ad esempio questo mio set fragoloso:
Direte "ma che roba da bambini!" in realtà ci sono anche dei bento molto più sobri e ricercati ma a me piacciono questi così かわいい!!!

Bene bando alle ciance, è giunto il momento: tiriamo fuori il nostro grembiulino e mettiamoci ai fornelli, il piatto è davvero velocissimo da preparare!

Ingredienti:
2 piccoli porri
1 radice di zenzero fresca di 5 cm di lunghezza
6 fette di seitan un po' spesse (io avevo usato il preparato in polvere ma non è buono quanto quello fatto dalla farina di manitoba)
olio di semi (io ho usato quello di arachidi)
2 cucchiaini di gomasio (insaporitore ai semi di sesamo e sale)
aceto di riso
vino bianco
1 cucchiaino di maizena
riso bianco bollito o al vapore per accompagnare

Procedimento:
Lavare e pulire le verdure, eliminare la foglia esterna dei porri (scartando solo la cima delle foglie) e sbucciare lo zenzero. Tagliare poi la parte bianca dei porri a rondelle e la parte verde a striscioline, lo zenzero invece a piccoli bastoncini e il seitan a pezzetti o striscioline.
Ora riscaldare in una padella capiente un cucchiaio di olio e far saltare la parte bianca dei porri per un paio di minuti, aggiungere lo zenzero e lasciar insaporire per qualche altro minuto, aggiungere il seitan, il gomasio e sfumare con due cucchiai di aceto di riso e mezzo bicchiere di vino bianco.
Lasciare stufare per una decina di minuti e se serve aggiungere acqua per non far asciugare troppo.
Quando quasi pronto aggiungere la parte verde dei porri e lasciare ancora un paio di minuti.
Ora aggiungiamo la maizena e stemperiamola bene nel sughetto per renderlo più denso.

Servire ben caldo accompagnato dal riso insaporito con qualche cucchiaino di gomasio.
いただきます!!!





mercoledì 13 febbraio 2013

Dado vegetale fatto in casa

Ciao a tutti,
Oggi vi propongo una ricetta che sicuramente non puó mancare nei vostri ricettari: il dado vegetale. Di certo é piú saporito e salutare dei dadi che si trovano in commercio ed é anche più economico perché, a seconda delle verdure che abbiamo in casa, si possono preparare varianti sempre diverse.

Ingredienti:
Sedano (gambi e foglie)
Carote
Cipolla o scalogno
Coste di cavolo cinese (avanzo di altre preparazioni)
Zucchine
Rosmarino
Salvia
Alloro
Sale grosso
4 cucchiai olio evo

Procedimento:
Lavare e tagliare grossolanamente le verdure, pesarle e metterle in una pentola capiente con gli aromi, aggiungere l'olio e il sale in quantità di 1/3 rispetto al peso delle verdure.
Accendere la fiamma e far cuocere per un'ora lasciando il coperchio sempre ben chiuso, non ci sarà bisogno di aggiungere ulteriore acqua perché le verdure la rilasceranno naturalmente.
Dopo la cottura togliere le foglie di alloro e frullare tutto con un minipimer o frullatore a immersione; se il composto dovesse risultare troppo liquido rimettere il tutto sul fuoco e lasciar evaporare il liquido in eccesso.

Come conservare il dado:
- appena finita la cottura, quando é bello bollente metterlo nei vasi con chiusura a vite, rovesciarli e lasciare raffreddare in modo da creare il sottovuoto
- metterlo in vasetti di vetro e congelarli
- tenere in frigo e usare entro un mese
- congelarlo utilizzando le formine del ghiaccio per avere mono-porzioni piú comode.

Io ho usato i sacchettini per formare il ghiaccio e quando mi serve taglio una pallina :)


lunedì 28 gennaio 2013

Vegan lasagne di farro

Buongiorno!!! Come si suol dire il mattino ha l'oro in bocca ma visto che il mio pranzo odierno mi aspettare in frigo, ne approfitto per starmene ancora un po' sotto le coperte ^___^

Come dicevo ieri con buona parte del Vegù ho preparato una bella lasagna, sperimentando quella di farro comprata qualche tempo fa.
Ecco una foto pre lasagnata!


Ingredienti:
2 vasetti di Vegú
8 fogli di lasagna di farro (dipende dalle dimensioni della teglia)
500ml latte di soia
50ml olio evo
50gr farina
Sale, noce moscata a piacere

Procedimento:
Come prima cosa preparare la besciamella: in una pentola scaldare l'olio, quando vi sembra bello caldo ma( attenzione a non farlo fumare!) togliere la pentola dal fuoco, aggiungere la farina a pioggia e mescolare bene, senza lasciare grumi.
Si deve formare una sorta di purea, aggiungere il sale e la noce moscata, mescolare.
Versare il latte piano piano, continuando sempre a mescolare, non devono rimanere grumi!! A questo punto rimettere a cuocere a fuoco dolce per farla addensare, mescolare taaaaanto e sempre altrimenti si attacca o si creano dei grumi.
Quando ha raggiunto la consistenza desiderata spegnere, attenzione perché ci mette un attimo ad addensare, visto che servirà per una lasagna deve rimanere abbastanza liquida. Se invece volessimo fare un ripieno ci vuole bella densa ;)

Ok a questo punto facciamo sbollentare le lasagne in acqua salata, giusto un minuto o anche meno per renderle più morbide.
Componiamo la nostra lasagna mettendo uno strato di pasta, uno di Vegú e uno di besciamella e poi ricominciamo!! Io ho usato una teglia abbastanza grande e ho ottenuto due strati, ma la prossima volta voglio farla bella altina!
Come tocco finale spolverare con abbondante lievito alimentare in scaglie et voilà!
Pronta da cuocere (in forno 180° per 30-40min) oppure congelare!
La mia la metto in frigo e la cuocio domani, l'eccesso verrà poi congelato. Ricordate che è bene congelare solo una volta le pietanza, o prima o dopo la cottura  ;)




Vegú alias ragú vegano


Buonasera a tutti!! Anzi dovrei dire buonanotte ormai  :)
Oggi mi è preso il sacro fuoco dell'autoproduzione.. sarà perché stamattina avevo poco tempo per preparare il pranzo da portare in ufficio, ho scongelato la porzione rimasta di cremosa di zucca e lenticchie al curry eeeeeeee per la barba di Nettuno, era ancora più buona di quanto ricordassi! Allora mi sono detta: urge preparare altre leccornie da congelare e consumare all'occorrenza!
E allora sotto con la prima ricetta!!

Ingredienti:
1 carota
1 gambo di sedano
1 scalogno
3 lattine di polpa di pomodoro
100gr soia granulare
Brodo vegetale abbondante per reidratare la soia
2 cucchiai olio evo
Sale qb

Procedimento:
Innanzitutto portare a bollore il brodo e far cuocere la soia per 10 min o quanto indicato sulla confezione.
Nel frattempo pulire e tagliare a pezzettini le verdure, metterle in una pentola capiente con l'olio e cominciare a soffriggere.
La soia una volta cotta va fatta riposare qualche minuto, scolare facendo uscire per bene il liquido e mettere nella pentola col soffritto.
Dopo qualche minuto aggiungere la polpa di pomodoro, coprire e lasciar cuocere per 1 ora circa (io preferisco la polpa alla passata perché rimane qualche pezzetto di pomodoro e la trovo più gustosa).
Quando è quasi pronta assaggiare e regolare di sale, se è ancora molto liquida far cuocere per altri 15 min senza coperchio.

Si può poi conservare in vasetti sterilizzati, versandola ancora bollente e capovolgendoli subito in modo che si formi il sottovuoto oppure versare sempre nei vasetti e quando fredda congelare.

Io ho riempito qualche vasetto ma la maggior parte l'ho usata per una gustosissima lasagna ^___^
Direi che è un'ottima scorta per condire le future paste o rallegrare un riso bianco.